30/10/2019

La nuova unità agricola sarà costruita a Brasilia

Nel pomeriggio di martedì scorso, 29, si è svolta la cerimonia della prima pietra per la costruzione dell'ala maschile della Fazenda da Esperança, a Brasilia.

La nuova unità agricola sarà costruita a Brasilia

L'evento si è svolto presso il Palazzo di Buriti ed è stato seguito da varie autorità come il Governatore del Distretto Federale, Ibaneis Rocha.

La nuova unità sarà costruita su un terreno donato dalla DF Development Agency (Terracap) alla Segreteria di Giustizia e Cittadinanza. Con questo, Fazenda da Esperança mirerà ad accogliere e recuperare tossicodipendenti e altre droghe lecite e illecite senza fare alcuna distinzione.

In considerazione di ciò, il governatore del Distretto Federale ha sottolineato l'importanza di questa comunità terapeutica per la regione e ha richiesto il sostegno di imprenditori brasiliani per fare donazioni per il completamento del lavoro. Per non parlare del fatto che ha garantito che entro la fine dell'anno verrà firmato il termine di consegna di un'altra area per la costruzione dell'ala femminile alla Fattoria.

“Il problema della droga colpisce tutte le classi sociali e, più violentemente, quelle che hanno meno condizioni, ma colpisce tutti. Quindi la Fattoria non serve solo i poveri, ma serve tutti coloro che ne hanno bisogno. Quindi ognuno può lavorare all'interno di quella linea, perché ognuno di noi ha un problema come questo all'interno delle nostre famiglie e se non lo abbiamo, possiamo averlo ”, ha affermato Rocha.

D'altra parte, Gilberto Occi, presidente di Terracap, ha affermato che l'agenzia è stata molto onorata di donare la terra. “Terracap sta trasferendo l'area alla Segreteria della cittadinanza e della giustizia è un momento storico e anche di speranza. [...]. E ciò che vediamo lì [alla Fazenda da Esperança] al di là di tutta la serietà con cui si sviluppa il lavoro, vediamo che i giovani sono orientati e dedicati ad avere un'attività professionale, c'è una grande tensione e possiamo sentirla lì. Quindi per noi avere l'opportunità di prendere parte a questo momento è una grande soddisfazione ”, ha celebrato.

Il segretario per gli affari religiosi, Kildare, ha sottolineato l'importanza della Fattoria della speranza per la società. “La nostra società è malata e senza dubbio i genitori sanno davvero qual è il flagello della droga, ed è con grande gioia che ricevo la notizia dell'arrivo dell'ala della fattoria maschile nel Distretto Federale. Perché ho esperienze di amici che si sono persi nella loro giovinezza nel percorso della droga e sono stati recuperati dalla Farm of Hope. Quindi oggi stiamo senza dubbio offrendo un grande regalo alla nostra città ", ha affermato.

Di fronte a così tante lodi nel suo discorso, Fra Hans Stapel Ofm, fondatore della Fattoria della Speranza, ha fatto un'analisi del significato dell'opera e ha affermato che il suo successo è dovuto soprattutto alla mano di Dio. “Le fattorie si mettono al posto di essere davvero un ambiente che consente a Dio di agire. Dio nelle fattorie fa miracoli. Non pensiamo di risolvere con mille cose, ma con amore e vita e il risultato è straordinario. Ovunque andiamo riceviamo richieste per aprire più fattorie e lo faremo in ogni modo possibile ", ha aggiunto.

No alle droghe!

Di fronte alla sentenza volta a legalizzare le droghe in Brasile dalla Corte Suprema Federale (STF), prevista per novembre 06, Fra Hans e il governatore Ibaneis Rocha hanno pronunciato discorsi che ribadiscono l'importanza di mantenere la criminalizzazione della droga in Brasile. Brasile.

Fra Hans, per esempio, ha tristemente affermato che il Brasile sta vivendo un momento storico sull'argomento. “Non puoi immaginare cosa succede nel mio cuore. Come puoi pensare di legalizzare qualcosa di così grave? Ho trascorso in Uruguay, dove la droga è stata legalizzata e il disastro è visibile. Le persone sono scontente e i giovani si uccidono a vicenda perché questa libertà che vogliono dare ai giovani è assurda, perché non sono abbastanza maturi per gestire un'arma pericolosa come la droga. Lo stato con determinazione, la famiglia e la società dovrebbero dire di no alle droghe ”, ha detto il religioso.

Già il governatore si è dichiarato completamente contrario alla legalizzazione della droga in Brasile. Secondo lui, né il paese né il mondo sono pronti ad affrontare il flagello della droga. Quindi era categorico e dichiarò che se ci fosse la legalizzazione "avremo molti zombi e molti milionari". Ibaneis ha anche sottolineato che la depenalizzazione porterà all'approfondimento della crisi nelle famiglie, negli stati che non saranno in grado di aiutare le famiglie e i tossicodipendenti, oltre a rafforzare l'insicurezza.

“Quindi sono totalmente contrario e penso che il Paese non dovrebbe nemmeno averlo come agenda. L'agenda del paese oggi è come recuperare le migliaia di tossicodipendenti che abbiamo e le migliaia di famiglie in attesa di assistenza statale minima ”, ha affermato il Governatore del Distretto Federale.

La fattoria di Brasilia sarà un modello per i politici

In un'intervista al giornalista Sérgio Botêlho Júnior, Fra Hans ha affermato che la funzione della Fattoria della speranza è di liberare le persone dalla schiavitù imposta dalle droghe. “Ma l'arrivo del lavoro a Brasilia ha un grande significato, perché poiché è molto vicino al potere, i politici saranno in grado di visitare il lavoro e vedere che ha una ripresa. Voglio che tutti comprendano che c'è una ripresa se offriamo ai giovani veri ideali ”, ha affermato.

“Voglio che tutti vedano il potere e la forza che la fattoria ha sul percorso che ha scelto. Il percorso spirituale, la parola che vivono i giovani, una forza divina che aiuta i giovani deboli di oggi, ma funziona con questo metodo. Quindi voglio creare rapidamente questa fattoria in modo che tutti possano visitarla. Tutte le unità sono modello, ma sarebbe più vicina ai politici ”, ha aggiunto la fondatrice di Fazenda da Esperança.

Essendo una fattoria situata vicino al centro del potere nazionale brasiliano, Fra Hans ha sottolineato che la questione della droga richiede l'unione di tutte le entità federate e ha celebrato la sensibilità del governo federale riguardo alle Comunità terapeutiche. “Sono molto contento perché hanno avuto il coraggio di visitare la fattoria e non solo di ascoltare i commenti. Sono andati lì per ascoltare le esperienze dei giovani che si sono veramente ripresi, delle persone che si sono perse e hanno trovato la strada. Quindi li ha incoraggiati a prendere un'azione decisiva. Sono molto felice e stiamo andando tutti insieme! ”

Fonte: Di Sérgio Botêlho Júnior

Facebook Farm Hope Twitter Farm Hope Instagram Farm Hope Social Networks

Prega per noi! Nostra Signora di Aparecida #FarmHope #SantodoDay

Un post condiviso da Fazenda da Esperança (@fazendaesperanca) su