10/10/2020

San Dimas, il buon ladro

Cosa possiamo imparare da lui riguardo al pentimento e alla misericordia?

San Dimas, il buon ladro

Una delle più antiche leggende popolari del cristianesimo ci dice che il buon ladro crocifisso accanto a Cristo è stato chiamato Dimas.

Si diceva che fosse nato in una tana di ladri, figlio del capo del branco, e, ancora molto piccolo, avrebbe contratto la lebbra. Sempre secondo la leggenda, il Sacra Famiglia avrebbe cercato rifugio in quella tomba per trascorrere una notte durante il suo volo in Egitto. La mattina dopo, la moglie del capo comandante lavò suo figlio con la stessa acqua della Beata Vergine Maria aveva usato per lavare il Gesù bambino - e la lebbra scomparve.

Il ragazzo, tuttavia, divenne un ladro come suo padre. Da adulto fu catturato, portato a Gerusalemme e condannato a morte da Ponzio Pilato. Questo è quando Dimas poteva vedere Nostro Signore portando la croce ed essere crocifisso accanto a lui. Si arrese alla grazia di Dio e poi proclamò quel gesto di fede e di amore che fu registrato per sempre nel Vangelo; un gesto di fede che gli è valso la più sublime promessa del Figlio di Dio stesso:

"Anche oggi sarai con me in Paradiso".

In realtà, questa è l'unica informazione storica su quest'uomo che divenne noto come "il buon ladro". Se tutto il tuo passato è un mistero che la pia immaginazione ha cercato di dipingere con la leggenda di cui sopra, il tuo futuro è una certezza di fede!

Per quanto riguarda l'episodio specifico narrato nel Vangelo, Sant'Agostino Ha commentato:

Fonte: Aleteia

Facebook Farm Hope Twitter Farm Hope Instagram Farm Hope Social Networks

Prega per noi! Nostra Signora di Aparecida #FarmHope #SantodoDay

Un post condiviso da Fazenda da Esperança (@fazendaesperanca) su