30/04/2020

I volontari ricevono donne senza fissa dimora

Circa 38 unità della Fazenda da Esperança hanno ricevuto senzatetto negli ultimi 45 giorni

I volontari ricevono donne senza fissa dimora

Il centro femminile di Guaratinguetá / SP ha ricevuto più di 50 donne, alcune delle quali accompagnate dai loro figli. Per questo, è stato necessario dedicare volontari come Daniela Lima, responsabile del centro femminile, a Guaratinguetá / SP, e Jackeline Guinatte, un ES - *Iniziali Esperança, nome dato dai fondatori a coloro che terminano il periodo di un anno di recupero.

Jackeline conobbe la fattoria nel 1989, durante il suo primo anno di recupero. Alla fine, è tornata a casa ed è rimasta sobria per 10 anni. Con la fine del suo matrimonio ha iniziato a usare la cocaina, l'alcool ed è stato coinvolto nel traffico di droga. Sono stati più di 20 anni di dipendenza.

“In tempi di angoscia, ho chiesto a Dio di essere responsabile della mia morte, fino a quando un giorno ho avuto il coraggio di chiedere aiuto per liberarmi. Ho parlato con mio fratello e ha detto una frase che non dimenticherò mai: "Ti porterò alla fattoria, perché era l'unico posto in cui stavi bene", disse Jackeline.

Offri una casa e sii un riparo

A Jackeline mancava solo un mese per completare di nuovo l'anno della ripresa. Si stava preparando a trasferirsi nella fattoria italiana con sua figlia. Tuttavia, in questo periodo, in Brasile sono iniziate le misure di isolamento sociale a causa della pandemia di COVID-19, che ha causato il cambiamento nei destini di madre e figlia: "così ho chiesto a Dio: cosa vuoi da me?", Pondered Jackeline . A cui Daniela, responsabile del centro femminile, l'ha chiamata a parlare.

"Pensavo che si trattasse del mio certificato di completamento, ma con mia sorpresa mi ha invitato ad accogliere le ragazze senzatetto e all'inizio avrebbero dovuto essere messe in quarantena", ha spiegato. Secondo Jackeline, il suo cuore era pieno di gioia e di una certa paura, ma "quando ricevette cinque ragazze, tra cui due donne incinte, vidi che Gesù si manifestava in ognuna", ha detto.

Daniela dichiarò che la sua reazione, inizialmente, era contro l'accettazione a causa della paura. Quindi, "abbiamo avuto un incontro con i fondatori, in cui ho potuto capire che era un'opportunità che Dio mi stava offrendo in modo da poter davvero entrare nell'essenza della mia vocazione, che è di incontrare il" lebbroso "", ha osservato.

Ascolta la piena testimonianza di Daniela:

Hope Farm · Testimonianza - Daniela Lima

Collabora OGGI alla costruzione di un mondo favorevole e pieno di speranza!

Banca del Brasile
0306-9 agosto
C / C.56520-2
Assistenza sociale NS da Glória
.

Facebook Farm Hope Twitter Farm Hope Instagram Farm Hope Social Networks

Prega per noi! Nostra Signora di Aparecida #FarmHope #SantodoDay

Un post condiviso da Fazenda da Esperança (@fazendaesperanca) su