24/09/2020

In una pandemia, Fazenda accoglie le persone che vivono per strada in SC

La routine dei residenti che hanno vissuto per vicoli e che sono già passati dalla comunità terapeutica, ora ha molto lavoro e riflessione

In una pandemia, Fazenda accoglie le persone che vivono per strada in SC

È nella calma Garuva, nel nord di Santa Catarina, che si trova una delle comunità terapeutiche Fazenda da Esperança. Costruita oltre 30 anni fa, l'iniziativa, che ha altri spazi nel paese, accoglie e salva persone con qualche tipo di dipendenza.
E in tempi di pandemia, dove la crisi sanitaria causata da nuovo coronavirus accresciuta l'insicurezza dei soggetti economicamente più vulnerabili, è stato avviato anche il progetto di accoglienza per le strade.

Nella routine dei quasi 60 residenti che sono passati per la fattoria da marzo, ora c'è molto lavoro e riflessione. Prima vivevano nei vicoli e dormivano sulle panchine e sotto il cartone. Secondo il responsabile del sito, João Paulo Cardoso de Melo, 39 anni, la fattoria è anche uno spazio di costante cambiamento e preghiera.

“Qui alla fattoria non ci sono medicine. Il rimedio è il vangelo messo in pratica. Lavoriamo con la fattoria, ci prendiamo cura dei maiali, dell'orto e così via ”, afferma il leader della Fattoria.

Alcuni dei senzatetto che sono passati per la fattoria sono stati trasferiti negli ultimi mesi e ci sono stati quelli che hanno abbandonato il programma. La riabilitazione dura 12 mesi.

Em Santa Catarina, oltre a Garuva, che accoglie solo uomini, la comunità terapeutica è presente a Florianópolis e Chapecó. Nel nord dello Stato, attualmente sono 34 le persone sul posto, con più stagisti che dovrebbero arrivare nei prossimi giorni.

In occidente la struttura è destinata al pubblico maschile. Oltre al lavoro e alla preghiera, il progetto offre altre attività di riabilitazione, come incontri e laboratori. Nel Paese, da marzo, più di 2mila senzatetto sono stati accolti nelle fattorie.

Anche le donne possono ricominciare

A Florianópolis, il progetto accoglie solo donne. Situata nel Pantanal, la fattoria ospita attualmente 11 persone che si stanno riprendendo dalle dipendenze. Maria Helena, 59 anni, è una delle volontarie, che aiuta con il progetto.

Secondo lei, dei residenti, almeno tre hanno lasciato le strade e sono stati accolti. “L'idea [di dare rifugio ai senzatetto] è nata quando ci siamo resi conto che l'orientamento era lavarci le mani, fare la doccia e abbiamo pensato che queste persone non avessero niente di tutto ciò. Poi abbiamo deciso di dare il benvenuto ”, dice.

Legato alla Chiesa cattolica, il suo metodo di accoglienza include il pilastro del lavoro come processo pedagogico; vita familiare; e spiritualità per trovare il senso della vita. Oltre alle donazioni, i residenti producono pane e altri alimenti per sostenere i costi.

Come aiutare
Per le donazioni, Fazenda da Esperança fornisce sito web con le informazioni chiarisce i dubbi.

Qui le testimonianze di persone per le strade, ricevute dall'inizio della pandemia.

Fonte: ND - Notizie da Santa Catarina

Facebook Farm Hope Twitter Farm Hope Instagram Farm Hope Social Networks

Prega per noi! Nostra Signora di Aparecida #FarmHope #SantodoDay

Un post condiviso da Fazenda da Esperança (@fazendaesperanca) su